Home Nazionale Filippine, scontro a fuoco tra i marines e i rapitori di Vagni

Filippine, scontro a fuoco tra i marines e i rapitori di Vagni

0

ZAMBOANGA CITY – E' di otto morti il bilancio dello scontro a fuoco che ha opposto le forze governative filippine ai militanti islamici che tengono in ostaggio l'operatore italiano della Croce Rossa, Eugenio Vagni nella parte meridionale delle Filippine. Stando a quanto riferito dal portavoce militare colonnello Edgard Arevalo i marines hanno assaltato all'alba un rifugio dei ribelli di Abu Sayyaf nella citta' di Indanan, sull'isola di Jolo. Al raid e' seguito lo scontro a fuoco con un centinaio di guerriglieri. Due militari sono rimasti uccisi, altri 4 feriti.

"Tra i ribelli ci sono almeno sei morti e un numero imprecisato di feriti", ha riferito la stessa fonte, precisando che i combattimenti proseguono. I guerriglieri rispondevano al comando dei leader di Abu Sayyaf Albader Parad e Umbra Jumdail, ha proseguito Arevalo, secondo cui l'ostaggio italiano – in mano ai ribelli dal 15 gennaio scorso – non si trovava con il gruppo dei ribelli. "Devono averlo trasferito – ha dichiarato – sanno che stiamo raccogliendo dati di intelligence contro di loro e sanno di non poterlo tenere fermo in un posto".

Articlolo scritto da: Adnkronos