Home Cultura e Eventi Cultura Arezzo Festival tra libri, teatro e musica

Arezzo Festival tra libri, teatro e musica

0

Sei giorni tra presentazioni di libri, spettacoli di teatro, concerti, laboratori e letture. Questo, e tanto altro, è la VII edizione di Arezzo Festival. Una manifestazione che negli anni si è arricchita di nuove sezioni e nuove collaborazioni, spaziando dal teatro al cinema, dalla musica ai libri, fino ad arrivare al progetto LaAV, ovvero letture ad alta voce, che sarà l'iniziativa inaugurale del festival, sabato 13 giugno a partire dalle 12 nelle principali piazze del centro storico di Arezzo. Organizzato dall'associazione Nausika – Scuola di Narrazioni “Arturo Bandini” in collaborazione con Koinè, Accademia dell'Arte, Consorzio Università Americane, Cineforum 2, Sentieri Selvaggi, Libreria Leggere, Sons of Vesta e il sostegno di Comune e Provincia di Arezzo, azienda agricola Montevertine, Lfi e Unicoop, Arezzo Festival dal 14 al 18 giugno si svolgerà presso l'Accademia dell'Arte di Villa Godiola.

Aspettando Arezzo Festival
Venerdì 12 giugno, in occasione dell'evento di apertura di “Una Toscana per i giovani“, progetto in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Capolona, Comune di Subbiano e Ufficio Unico gli organizzatori presentano Aspettando Arezzo Festival. In programma, a partire dalle 20 a Subbiano presso piazza Carducci, i concerti di Gioacchino Turù e Vanessa Vermouth, Iosonouncane, e dalle 22.30 le esibizioni di Fine before you came e dei Chambers. Una serata con gruppi giovanili ed emergenti per avvicinarsi ed entrare nel clima di Arezzo Festival.

L'inaugurazione
L'inaugurazione di Arezzo Festival è affidata a LaAV, il progetto di letture ad alta voce ideato dall'associazione Nausika, grazie alla collaborazione di Confcommercio, che ha visto una rapida espansione in altre città italiane, tra cui Firenze, l'Aquila, Pavia, Napoli, Venezia e Matera, dove sono nati altri circoli e iniziative sulla lettura. Sabato 13 giugno alle 12 oltre 150 volontari si ritroveranno ad Arezzo, in piazza san Jacopo, per “invadere” la città leggendo contemporaneamente “L'uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, in quello che si preannucia un evento unico. Infatti allo scadere delle lancette anche nelle altre città si darà il via alle stesse letture di gruppo, dando vita a una vera e propria giornata nazionale delle letture ad alta voce. LaAV proseguirà con altre letture da romanzi, racconti, poesie e musica in altre luoghi di Arezzo, tra cui piazza Sant'Agostino, piazzetta San Michele, piazza Risorgimento e il Parco Pertini, fino alla conclusione, prevista alle 20 in piazza san Francesco, dove si ritroveranno tutti i partecipanti all'iniziativa per un finale scoppiettante. A chiudere la giornata inaugurale due appuntamenti presso l'Accademia dell'Arte di villa Godiola a partire dalle 21.45: il reading concerto “Storia portatile della poesia universale – Pubblico delirio letto e cantato” di Flavio Soriga e Giovanni Peresson e il concerto del gruppo rock bolognese “Neil on impression”.

Arezzo Festival
Dopo la giornata dedicata alle letture ad alta voce, da domenica 14 giugno, prende il via il festival vero e proprio. Si inizia con le perfomance poetiche del premio “Sergio Manetti”, realizzato in collaborazione con l'azienda agricola Montevertine, che vedrà ogni giorno l'esibizione dei partecipanti al concorso fino alla premiazione finale prevista per il 18 giugno. Al vincitore un premio in denaro e una produzione di teatroletteratura tratta dallo spettacolo presentato. Il 14 giugno Luca Pizzolitto e i .Nebbia, vincitori della passata edizione, presenteranno il loro reading concerto. Inoltre ogni giorno previsti laboratori e animazioni per bambini e laboratori gratuiti con docenti del calibro di Daniel Stein, Paul Keenan, Scott Putman, Gianni Bruschi, Luca Rossi, Ash Lombardo, Francesco Botti e Gianmarco Busetto, sui temi della recitazione, danza, voce e ritmi e corpo dell'attore. Ogni sera previste le esibizioni degli allievi delle Università ospiti del festival, tra cui Actor Training Programme del Trinity College di Dublino, Scuola Teatro Dimitri di Verscio (Svizzera), Berliner schule für schauspiel di Berlino, e dagli Stati Uniti l'Oberlin College e la Compagnia di Danza Contemporanea Amaranth dalla Virginia. Gianni Bruschi e Terìaca Ensemble, con la partecipazione degli allievi dell’Accademia dell’Arte e delle Università ospiti del festival presenteranno “Teriaca”, un viaggio musicale e teatrale che indaga il rapporto tra musica popolare italiana e gli antichi riti dionisiaci. Ma non solo. Sono numerose le presentazioni e incontri con autori, tra i quali la modella Isabelle Caro, protagonista della campagna contro l'anoressia di Oliviero Toscani, con il suo libro “La ragazza che non voleva crescere“ sulla sua drammatica esperienza. L'ex parlamentare e autrice Vladimir Luxuria racconta “Le favole non dette“, suo volume recentemente uscito per Bompiani. E poi i reading “Le usanze dei rivoluzionari ai tempi del coma“ del poeta Gianmarco Busetto insieme a Max Giolo e il reading “Oggi è solo salsa piccante“ sempre con Busetto insieme a Nicola Manzan, polistrumentista dei Baustelle. E ancora l'iniziativa “10 minuti con…“, con la partecipazione di Andrea Carlo Cappi, Enzo Fileno Carabba, Francesco Prosperi e Nino G. D'Attis. Lo spettacolo “Che animale sei?“, liberamente ispirato al libro di Paola Mastrocola e realizzato dalla compagnia teatrale “Senza Paura“. E inoltre L'incontro con Albano Ricci, in collaborazione con l'associazione Gotama, che presenta il suo volume “Lisia era un paese molto piovoso e molto arcobalenoso“. Infine l'incontro con il poeta scozzese Brian Johnstone, in una presentazione della sua attività poetica.

Ricco anche il cartellone per gli eventi legati al cinema e alla musica. Simone Regazzoni presenta “La filosofia di Lost”, con proiezioni e commenti su uno dei più apprezzati e seguiti serial televisivi. Inoltre Gustav Hofer e Luca Ragazzi introducono “Improvvisamente l’inverno scorso”, originale documentario sulla vita di una coppia gay nell'Italia degli ultimi anni.

In programma anche il concerto di John De Leo, una delle voci più interessanti del panorama musicale italiano, e poi i pensieri, musica e racconti di “Rock Notes“, il libro di Drigo, chitarra dei Negrita, sul palco insieme a Francesco Botti. E ancora il concerto del chitarrista prodigio Samuel Katarro, del coro Vox Cordis, dell'Alma trio nello spettacolo “la terza guerra mondiale“ e la serata musicale “Dj selecta” con Pupillo dei Negramaro.

Tutti gli appuntamenti del festival sono ad ingresso gratuito e si svolgeranno, ad eccezione della giornata LaAV del 13 giugno, presso l'Accademia dell'Arte a Villa Godiola in località san Fabiano.
SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO DELLA MANIFESTAZIONE