Home Nazionale Ncd: Alfano lavora a orizzonte 2018 per nuovo centrodestra, resta nodo Lupi

Ncd: Alfano lavora a orizzonte 2018 per nuovo centrodestra, resta nodo Lupi

0

Roma, 29 mag. (Adnkronos) Dopo l’esito delle elezioni di domenica scorsa, l’orizzonte è il 2018, quando noi saremo il nuovo centrodestra, alternativi alla sinistra. Quindi stando al governo continueremo a insistere su quelli che sono i temi che ci caratterizzano. Questa, in estrema sintesi, la linea che sarebbe stata indicata dal presidente del Nuovo centrodestra, Angelino Alfano, nella riunione di quasi quattro ore con i Gruppi parlamentari del partito per fare il punto del risultato delle Europee.
Un esito che non ha certo soddisfatto in toto le attese della vigilia, anche se va messo in risalto anche il bicchiere mezzo pieno, visto che, avrebbe notato ancora il ministro dell’Interno, era una competizione non facile, nella quale avevamo tutti contro. Senza dimenticare che si trattatava di un esame di maturità dopo appena cinque mesi di studio, come ha notato più volte il coordinatore del partito Gaetano Quagliariello.
Considerazioni che tuttavia non possono far dimenticare una serie di problemi che il voto di domenica scorsa ha posto alla ribalta e che riguardano l’identità, la politica e la collocazione del partito, questioni che durante la riunione sarebbero comunque rimaste sotto traccia. Se infatti la prospettiva può essere a lungo termine, ci sono tuttavia una serie di scadenze immediate con le quali occorre fare i conti, a cominciare ad esempio dalle elezioni regionali del prossimo anno o a quelle in Calabria ad ottobre. Argomenti che richiamano l’esigenza di cui in queste ore si è discusso della leadership del partito. Tema che rimanda a quelle che saranno le scelte di Maurizio Lupi, un nodo che resta tutto da sciogliere, nonostante al termine della riunione Alfano sia stato perentorio. “Non credo che Maurizio Lupi abbia intenzione di lasciare le Infrastrutture”. (segue)