Home Cultura e Eventi Cultura Sindaco di Oswiecim: ‘Dalla Comune sofferenza, un futuro migliore’

Sindaco di Oswiecim: ‘Dalla Comune sofferenza, un futuro migliore’

0

Si stringono i tempi per il gemellaggio tra Arezzo e Oswiecim. La delegazione della città polacca, conosciuta nel mondo con il suo nome tedesco e cioè Auschwitz, è stata ricevuta questa mattina in palazzo comunale dal Sindaco Fanfani, dal Presidente del Consiglio, Caroti; dagli assessori Marconi, Brezzi e Caporali; dai consiglieri Barbagli e Domini; dal consigliere regionale Mauro Ricci.
Il Sindaco di Arezzo ha ricordato le vittime delle stragi naziste nell’aretino ed ha ribadito come “un sentimento di fratellanza possa consentire di guardare in modo diverso il futuro che ci sta di fronte”. Ed il suo collega Janusz Marszalek ha dichiarato che “elementi di comune sofferenza possono contribuire a creare un futuro che possa essere migliore per tutti”.
Il Presidente del Consiglio comunale di Arezzo, che era stato in inverno ad Oswiecim con la delegazione aretina, ha sottolineato come l’incontro di oggi sia stato come rivedere vecchi amici ed il Presidente del Consiglio della città polacca, Piotr Kucka, si è soffermato sulla necessità di stringere i legami non solo tra le due amministrazioni ma anche tra i giovani e le scuole delle due città.
La delegazione polacca resterà in città fino a lunedì e la cerimonia di gemellaggio, sotto gli auspici dell’Aiccre rappresentata da Marijke Vanbiervliet, si terrà a Osweicim alla metà del mese prossimo.