Home Attualità Occhio alla velocità: è scritta sul pannello

Occhio alla velocità: è scritta sul pannello

0
Occhio alla velocità: è scritta sul pannello

A quanto vado? Per saperlo non è adesso necessario staccare gli occhi dalla strada: il Comune di Arezzo ha iniziato stamani l’istallazione di 10 pannelli che, attraverso un sensore radar, rilevano la velocità ad oltre 100 metri di distanza e indicano, con le eventuali variazioni, fino all’ultimo metro. Il pannello ha una dimensione di un metro e mezzo per un metro mentre quella del display è di 30 centimetri. Sono alimentati ad energia solare e hanno un ulteriore elemento positivo: sono infatti in grado di memorizzare i flussi di traffico e sono quindi utili alla valutazione della possibili strategie di nuova organizzazione della mobilità. L’installazione dei 10 pannelli verrà completata nella prossima settimana.
“Si tratta di un altro tassello del mosaico di iniziative dell’amministrazione comunale sulla sicurezza – ricorda l’Assessore alla mobilità. Non ci sono quindi solo gli autovelox ed i dissuasori di velocità sull’asfalto ma anche i visualizzatori, la cui localizzazione è stata concordata con le circoscrizioni. Sia sulla base delle sollecitazioni emerse tra i cittadini sia su quella di una logica integrata che possa mettere in rete tutti gli strumenti che abbiamo per indurre gli automobilisti ad un comportamento corretto e sicuro”.
In ingresso città, il display è posizionato in via Buonconte da Montefeltro nella zona Catona e in via Francesi Redi; a Quarata nei pressi del centro abitato in direzione Ponte Buriano, a Pratantico nelle vicinanze della chiesa direzione Arezzo, a Indicatore nei pressi del cimitero degli Inglesi in direzione Arezzo, a San Giuliano vicino alla farmacia in direzione Battifolle e in direzione Ponte a Chiani, a La Pace in direzione Poti, a Rigutino in direzione Arezzo nei pressi dello stabilimento Cantarelli, e all’Olmo in direzione Arezzo nelle vicinanze della chiesa sono state concordate con le circoscrizioni che hanno collaborato ad individuare i tratti di strada sui quali è maggiormente sentita l’esigenza di migliorare la sicurezza stradale.
I rilevatori sono posizionati in presenza di segnale verticale di limite di velocità e funzionano come dissuasori “psicologici”, rilevando, attraverso un sensore radar la velocità del veicolo che viene poi visualizzata sul display.