Home Cultura e Eventi Cultura La pietra di Arezzo al monumento della pace di Auschwitz

La pietra di Arezzo al monumento della pace di Auschwitz

0

Arezzo porterà la sua pietra al tumulo della rimembranza e della riconciliazione di Oswiecim. Come ha annunciato stamani il Sindaco della città polacca Janusz Marszalek, l’obiettivo è il passaggio dall’”inferno di Auschwitz a Oswiecim città della pace”. Questo comune polacco che alla metà di giugno si gemellerà ufficialmente con quello di Arezzo, sta infatti lavorando ad un grande monumento alla memoria ed alla pace. “La prima pietra del tumulo – ha ricordato Janusz Marszalek – è stata collocata nel 2006 ed i lavori si concluderanno nel 2011 e stiamo chiedendo a tutti i paesi di appoggiare il nostro progetto portando una loro pietra al monumento. Un grande edificio che ospiterà una sala conferenze dedicata ai temi della pace ed uno spazio espositivo per le pietre di maggior valore simbolico”.
Tra queste ci sarà quella di Arezzo come confermato stamani dalla delegazione aretina composta dal Sindaco Fanfani, dal Presidente del Consiglio Caroti, dal vice Sindaco Marconi e dal capogruppo Fi verso il Pdl, Stefano Baldi. Tutti hanno confermato il valore del gemellaggio e della memoria. Il Sindaco ha anche annunciato che la delegazione aretina che a giugno si recherà in Polonia sarà per metà composta da studenti.
La pietra che verrà portata da Arezzo si unirà a quelle di Gerusalemme, Hiroshima e di molte altre città che le hanno già consegnate, come ha sottolineato Marijke Vanbiervliet dell’Aiccre.
Janusz Marszalek ha ringraziato stamani gli amministratori del Comune di Arezzo per la “straordinaria accoglienza” ricevuta e per la possibilità che la delegazione polacca ha avuto di visitare non solo i più importanti luoghi d’arte di Arezzo ma anche La Verna e Camaldoli.